Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 10 Mag 2008

Io, uomo di sinistra, di una sinistra “realista”, finito qui per caso, uscito frantumato da una tornata elettorale che sembrava la “cronaca di una morte annunciata”. Tradito innanzitutto da l’intera area della sinistra e dei cosiddetti “progressisti”. Incazzato con i leaders di tutti i partiti che hanno contribuito, ogni uno per proprio conto e con determinazione, a questa epocale disfatta. Frustato da un mondo che ormai da quarant’anni non sa esprimere una sola proposta ma solo slogans; da classi dirigenti che sanno fare talmente bene l’opposizione che sembrano lavorare per non andare al governo. In preda ad una tragica domanda: Perché un elettore, se non stupido come me, doveva votare per qualcosa che stesse a sinistra di questa destra? Sconfortato dalle varie fantasie messe in atto per far sembrare questa debacle epocale come una vittoria o una non sconfitta o una sconfitta con merito, mentre non siamo riusciti nemmeno a salvare la nostra dignità. Io, dicevo… mi interrogo su questi ultimi 40 (quarant’anni, il numero è approssimativo ma non di molto) per capire le proporzioni dei nostri sbagli e del nostro distacco dalla realtà. Se lo butto sul ridere assicuro che mi fa male anche a ridere e che mi affatico a farlo. Eppure piangermi addosso non mi aiuta molto e poi lo faccio già, non magari in queste pagine.

Ricky Gianco – La loro democrazia [Audio http://se.mario2.googlepages.com/Lalorodemocrazia.mp3%5D

Annunci

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: