Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 16 maggio 2008

Le demoiselle d\'avignon

Visto il tanto insistere sul mistero delle fattezze della musa Galatea, al secolo Galatea, abbiamo ottenuto lo scoop e siamo in grado di mostrarvela da una immagine rubata con il teleobiettivo. Galatea è la sesta da sinistra (non sappiamo che partire da sinistra).
Oltre ad un carattere pessimo, assolutamente insopportabile, il suo pregio maggiore è rappresentato dalla ritrosia per il lasciarsi fotografare, è per questo che è venuta leggermente fuori obiettivo. La spalla di Galatea è, infatti, sotto il panno bianco ma lei, comunque, è del tutto simile alla sorella seduta, pensierosa e incazzata, anche se in dimensioni estremamente ridotte; come precisa un testimone oculare presente sul posto.
La sua grazia appartiene decisamente alle avanguardie artistiche del novecento; comunque la si guardi è difficile stabilirne il diritto e il rovescio. L’unica testimonianza del suo genere è rappresentata dalla carta d’identità. Sembra anche che porti sfiga. Ne è sconsigliata la visione ai bambini e ai deboli di cuore.

Nego (col cavolo che ammetterò mai, anche sotto tortura), nel modo più assoluto e categorico, che trattasi di essere di genere femmina molto femminile; che sia in verità estremamente carina e piena di fascino. Mica sono scemo o autolesionista. Girare al largo. Ha amicizie pericolose (io sono facile agli scatti d’ira anche repentini). Si prega di non rompere niente che può essere prezioso.
Per giunta, la divina, ha un vero difetto: trattasi di donna intelligente e perciò pericolosa e da evitare comunque.

Read Full Post »

Denunciata e arrestata emigrata quarantenne, di colore abbronzato, per il reato di badantaggio clandestino. La criminale è detenuta nella cella comunale.
Premiato il cittadino delatore dal sindaco in persona davanti a tutto il consiglio riunito.

Danni collaterali: il vecchietto badato, anche per l’età avanzata, purtroppo non è sopravissuto.

Read Full Post »

Io almeno l’avevo detto già da allora…
Veniamo da lontano e andiamo… lasciamo andare.
L’emergenza economia (flussi e bolle), la crisi energetica, il costo del petrolio (a barile) e delle zucchine (per etto), il conflitto di interessi, il monopolio delle comunicazioni, la fine delle ideologie, la noia al potere, l’inflazione dei partitI, la congiuntura della politica, il crollo della militanza, la sicurezza sicura, etc.
“I tempi che ci aspettano saranno tempi di sacrifici, compagno* Vaselina”.

* “compagno” è termine ormai desueto, destinato al disuso. Può essere sostituito da qualsiasi sinonimo a piacere, importante è mantenere il senso dell’impegno che ci attende.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: