Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 17 maggio 2008

Parlare a chiare lettere potrebbe interessare, in realtà, direttamente solo due amici: Marino e Galatea (la quale dovrebbe conoscere questa storia ma tanto vale ricordargliela). Mi scuso con gli altri.
Perché un blog?
Non avevo intenzione di aprire un blog. In un momento particolare Galatea mi ha chiesto di provare ad aprire un blog per lei, ovvero di provare altre piattaforme dove spostare il suo vecchio blog residente nel Cannocchiale. Tra le tante prove sono approdato ad WordPress e non venendo accettato come MDG ho pensato a Emmedigi. Ripeto che Emmedigi, che sono anche le mie iniziali, era stato pensato come ilMondoDiGalatea. Lei, naturalmente, lavorava mentre lavoravo e ci siamo trovati con due blog. Ho trasformato quello che avevo aperto come un blog di fans utilizzandolo allo scopo di palestra per verificare le possibilità offerte dalla piattaforma. Non avevo nessuna intenzione di trovarmi in simili situazioni anche perché ho già delle semi-anonime presenze nel web che soddisfano appieno le mie deboli ambizioni. Mi sono guardato bene dal parlare ad anima viva di questa “bravata”. La situazione si è sviluppata in modo che ora sono qui ma non so per quanto ancora. Dipende da una serie di fattori. In un certo senso ci sono stato tirato dentro per in capelli, attraverso una sorta di involontario inganno. La mia “resistenza” dipenderà prima di tutto dal mio divertimento (e parlo di divertimento, non di libido) e dal tempo di cui potrò disporre.
Loro sanno scrivere e conoscono il linguaggio del Web, anche se Marino lo usa con parsimonia. Io sono solo una sorta di incauto ospite. Andate a leggere loro e spenderete meglio il vostro tempo.

Read Full Post »

Sempre più frequenti i reati di maleducazione.
Colto in flagrante comunitario, ma romeno, che pisciava abbondantemente contro l’ulivo centenario dei giardini pubblici; denunciato anche per odori molesti.
Per odori simili, ma naturalmente di altra provenienza, denunciata donna mussulmana che cucinava cibi mussulmani in casa ammorbando il vano scale condominiale di fetori estranei alla nostra cultura.
Finalmente espulsi, con accompagnamento alla frontiera, cittadini magrebini, di colore, che si assemblavano in piazza, come fosse un luogo pubblico, ridendo ironicamente e parlando con lingue incomprensibili. Da tempo era stato segnalato questo fenomeno di combriccolaggio che rende stranieri i nostri posti.
A venditore ambulante, naturalmente abusivo, è stato sequestrata tutta merce, che sembra di provenienza del veronese. Il reo è stato, giustamente, posto alla gogna davanti al bar da Claudio. Grande successo dello spettacolo. La merce sequestrata è stata poi messa in vendita da napoletano presente.
Cittadino del Ghana, con permesso di soggiorno in scadenza, esuberante, è stato multato con diffida perché ritenuto pericoloso per la fedeltà delle nostre donne. Sono stati avviati studi particolari presso l’Istituto Comunale che si occupa della nuove devianze per dare una risposta scientifica al particolare fenomeno che sembra presentare energie inesauribili (oltre al resto). Si sospetta si possa trattare di regressione o di evoluzione rallentata. L’individuo era già recidivo per aver bevuto il liquido di una lattina senza utilizzare nessun bicchiere, ma direttamente dal barattolo stesso. Chiosando possiamo aggiungere che, in quel caso, il goffo tentativo di negare è stato reso vano dal fatto che, nella sorpresa, si era imbrattata la maglietta, oltretutto di dubbio gusto.
Cittadino del Dafour, sorpreso alla guida di una macchina di sua proprietà, per le vie cittadine, è stato consigliato di utilizzare, per i suoi spostamenti, il cammello e, naturalmente, vie meno a traffico intenso e di uso locale come le vie sahariane.
Redarguito cittadino albanese che apostrofava le nostre donne con l’imbarazzante vocabolo (nelle sue labbra) di “signora”; si ignora il significato della parola nella lingua dell’impertinente.
Tutti i non italiani e assimilati (sono considerati benevolmente al pari degli italiani anche i meridionali) sorpresi a lasciare le immondizie fuori dagli appositi contenitori saranno denunciati e costretti a forza a portarle, a spese loro, in comune di Napoli per poi proseguire verso Lampedusa dove sono attesi da appositi barconi per crociera. I biglietti di sola andata sono in vendita presso lo stesso bar da Claudio e alla ricevitoria del lotto di Via delle Libertà Padane.
Diffidato cittadino moldavo per non aver commesso nessun reato.

Modena city ramblers: La legge giusta
[Audio “http://se.mario2.googlepages.com/LaLeggeGiusta.mp3”%5D

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: