Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 10 dicembre 2008

Non possiamo restare immobili davanti alla deriva che sta prendendo il nostro paese. Ricevo e pubblico:

politica3LEGGETE CON ATTENZIONE L’ALLEGATO E’ STATO PREPARATO DA NOI DELEGATI SINDACALI E DELEGATI RSU DELLA FUNZIONE PUBBLICA CGIL DI VENEZIA PER FARE APPELLO A TUTTE LE LAVORATRICI E A TUTTI I LAVORATORI DEL PUBBLICO IMPIEGO PERCHE’ ADERISCANO ALLO SCIOPERO GENERALE NAZIONALE PROCLAMATO DALLA CGIL IL 12 DICEMBRE 2008.

PRENDIAMO COSCIENZA DI QUANTO STA ACCADENDO NEL NOSTRO PAESE, PENSIAMO A QUANTO HANNO LOTTATO I NOSTRI GENITORI, I NOSTRI NONNI PER POTERCI LASCIARE UN MONDO DEL LAVORO CHE GARANTISSE I DIRITTI E I DOVERI DEI LAVORATORI DEGNI DI UNA SOCIETA’ DEMOCRATICA.

PER IMPEDIRE DI ESSERE SPAZZATI VIA DA CHI VUOLE METTERE ALL’ANGOLO I LAVORATORI, I PENSIONATI, I PRECARI, LE DONNE, I GIOVANI, GLI IMMIGRATI, GLI STUDENTI E I CITTADINI DI QUESTO PAESE, SCIOPERIAMO IL 12 DICEMBRE.

TUTTO IL PAESE, I GIORNALI, LE TELEVISIONI E LA CLASSE POLITICA DEVONO VEDERCI, CONTARCI E PRENDERE ATTO CHE BISOGNA RIVEDERE RADICALMENTE LA MANOVRA ECONOMICA E ATTUARE IN ALTERNATIVA MISURE EQUE A FAVORE DEI SALARI, DEI CONSUMI, DEL LAVORO, DELLO STATO SOCIALE, DELLA SCUOLA, DELL’OCCUPAZIONE E DEI DIRITTI DI TUTTI I CITTADINI. PROPRIO IL CONTRARIO DI QUELLO CHE STA FACENDO E CHE SI APPRESTA A FARE IL GOVERNO E IL PARLAMENTO CON IL DISEGNO DI LEGGE FINANZIARIA E LE RIDICOLE MISURE ANTICRISI.

Ciao Fiore

Annunci

Read Full Post »

Icona di scatoletta per preziosi con mattoncino lego

Occhi di triglia nello sguardo dietro gli occhiali. Occhi liquidi di acqua senza luce, stagnante. Il sorriso, quello è soddisfatto. Quasi ingrassato più di lui. Penso non ne sia ancora del tutto sazio; il loden infatti è in crescere, largo da per tutto. Cade che è una meraviglia. E lui sotto il suo cappello blu, oggi ha dimenticato il libro. Passa diritto e ci risparmia la sua saggezza e le sue colte amenità. Non che… cultura raffazzonata la sua. Di grana grossa. Fatta più di supponenza. Anche quando ascolta sembra dire che lui sa. Non che sia un tipo singolare. Se ne vedon più d’uno, in giro, basta guardare. Vedon solo davanti; mai di lato. Non cambiano loro, è il mondo che cambia. Quello che prima era rosso ora è nero, non solo in senso politico. Forse nemmeno il macchiato è più lo stesso da quando chiede un macchiatone. E già da come lo sorseggia grida al mondo la sua superiorità. Il modo nel quale si ama è osceno, faticoso.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: