Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 11 maggio 2010

Era un uomo alto dai muscoli tesi dalle fatiche e dagli orgogli, un uomo straniero in un paese straniero che non voleva esserlo, straniero, con una moglie piccola e dolce che lo accudivano più che un bambino ora che i loro erano diventati uomini. Col piede rovistò tra le erbe spontanee e subito sentì quel fitto dolore ma non ebbe il tempo di vedere la serpe che già quella se n’era sparita. Immediatamente la caviglia gli si gonfiò torno quei due fori nitidi di denti. Lui si massaggiava e fingeva nulla, era orgoglioso ed era più forte in lui il pudore di qualsiasi paura e poi non ci pensava. In realtà temeva l’ospedale più che la vita e per nulla si sarebbe lasciato vedere da una donna che non era nemmeno la sua donna. Eugenia usò pazienza e poi finì la pazienza e allora gli parlò nel suo dialetto e lui non aveva potuto capire nulla di quei suoni ma il tono e gli occhi risoluti di lei non gli lasciarono scampo e lo disarmarono. Davanti alla moglie fu costretto ad abbassare i pantaloni e ad accettare quella vergogna.

Annunci

Read Full Post »

Come ricordava un amico non lo aveva mai visto e quando, per la prima volta, vide il mare ne restò sorpreso e affascinato. Arduo capire oggi come gli potesse mancare il fiato davanti a quello stupore ma tutto era nuovo. Il treno con le immagini al finestrino che fuggivano al ritmo del nevrotico di quel ta–tun e l’impaziente pazienza. La gente che si riversava all’arrivo in mezzo alla gente in quel formicolare di gente. Quell’assordante bisbiglio che confondeva le voci di mille voci come in un unico suono liquefatto. Gli annunci che erano anche loro suoni come suoni da un altro mondo e che facevano alzare alcuni nasi all’insù dove non c’era alcunché. Quel sentore di grigio che è in tutte le stazioni ma che lui non conosceva. Tutte quelle macchine. Tutte quelle frette. Persino lui aveva avuto fretta e non aveva voluto poggiare le valigie se non dopo aver raggiunto quella sabbia ed essersi liberato a quella meraviglia.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: