Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 18 agosto 2010

pittura con tecnica mista su cartone telatoQuante cose si dicono quando non si ha nulla da dire. Forse la paura del silenzio per poi trovarsi a cercare di ricordare e rimettere ordine; poi, quand’è tardi. Cercava di ricordare tutti gli attimi dei suoi sguardi, ma era un impresa che andava oltre a lui e probabilmente oltre qualsiasi umana capacità. La stanchezza lo prese e gli bruciò negli occhi ma gli tolse il sonno. Così Alfredo si ritrovò da solo in quella stanza che gli sembrava di non riconoscere più. Il tempo lo batteva il gocciolare di un rubinetto che aveva provato a stringere con quel risultato. La cena consumata aveva ora il sapore di quella fatica; un sapore uguale in ogni pietanza. Suo figlio doveva ancora rientrare nonostante l’ora e non avrebbe mai creduto che sarebbe stato tanto difficile. Si chiese se era solo lui e, senza accendere la luce, aprì la finestra, ma fuori l’aria era fredda e ci trovò quel silenzio disturbato. Contò quanto gli era rimasto in tasca cullandosi nell’immagine di se intento a scappare. Non c’era un vero sogno per cui valesse la pena spendere anche solo due lire. Allora tentò di convincersi che forse era meglio così e che lui non era capace di essere diverso da quello che era. Non aveva nessun motivo di aspettare ma si mise a farlo ugualmente.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: