Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 8 novembre 2010

Se parliamo dell’uomo pigro Augusto, pigro, lo era. Ma lui si sarebbe definito a momenti attento e a momenti distratto. Leggeva steso a letto per non affaticarsi troppo e riponeva quel libro sul comodino col dorso allinsù per non fare le orecchie alle pagine. Cosa si può chiedere di più oltre a una buona sigaretta? Anzi da quando gli avevano riscontrato quel piccolo difetto che gli permetteva di restare a casa si poteva dire felice. Il giorno lo poteva vedere anche da lì affacciarsi alla finestra. Ma lei non lo capiva; son così strane le donne. E di televisione non s’era mai detto che ci si potesse ammalare. Pagare il canone doveva. Ne avevano una anche in camera, per cosa se non per usarla? Con Marilisa non lo facevano ormai quasi più. Gli scocciava doversi lavare i denti. Che poi quella donna si lasciava un po’ andare. E aveva la pelle così delicata che anche la barba di un giorno la irritava. Inoltre era diventata sempre più pignola, non perdeva occasione per dire che non riponeva le cose. Non era vero, semplicemente lui credeva che per le cose, alla fine, un posto vale l’altro. Aveva deciso di arrendersi e non darsi più pena per capirla, sapeva che sarebbe stato inutile. La stava aspettando con il caffè, ma quella benedetta donna era in ritardo.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: