Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 17 aprile 2011

Dedichiamo ancora un altro attimo per ricordare un eroe disarmato e un amico. E facciamo lasciando parlare lui attraverso le sue parole: il suo Blog.

Vittorio Arrigoni con una bambinaEcco come ha voluto ricordarlo italia-news.it

(IAMM) “E’ una guerra invisibile per la sopravvivenza”: con questa frase Vittorio Arrigoni commentava, solo mercoledì scorso, sulla sua pagina Facebook il conflitto che si consuma giorno dopo giorno a Gaza. Oggi la notizia della sua morte commuove l’Italia e lascia sgomenti. Eppure Vittorio era un uomo pacifico, un attivista dell’International Solidarity Movement, ben voluto da Hamas che parla di omicidio voluto dalla mano d’Israele. A RaiNews24 l’ha sostenuto Ahmad Yousef, il consigliere politico del premier palestinese Ismail Haniyeh. Intanto però resta il mistero sull’identità dei veri killer. Mentre anche Gaza piange la perdita di Arrigoni, in Italia si stanno già organizzando diverse manifestazioni in suo ricordo.

L’attivista, di 36 anni, è ucciso dopo essere stato rapito ieri a Gaza da un gruppo salafita ultra-estremista, vicino ad Al Qaeda o da essa ispirato. Vittorio era stato anche mostrato in un video in cui appariva bendato e col volto insanguinato. I rapitori avevano lanciato un ultimatum per le 16 di oggi: in cambio del rilascio di Arrigoni pretendevano quello dei loro compagni detenuti. Un ultimatum evidentemente non rispettato: il giovane è stato ritrovato cadavere, durante un blitz notturno dei miliziani di Hamas, in un appartamento di Gaza City.  Per Hamas l’omicidio di Arrigoni resta “un crimine atroce contro i nostri valori”. La madre di Vittorio commossa ha commentato:

“Io e Vittorio eravamo molto uniti come idee, obiettivi e ideali, sono molto orgogliosa di lui, è sempre stato così”…”Sono rimasta molto sorpresa, oltre che addolorata, che sia successa una cosa del genere, per l’attività che faceva, Vittorio non si metteva mai in situazioni di pericolo… Mi hanno telefonato dei suoi amici da Gaza e mi hanno detto che anche molti cittadini di Gaza sono sconvolti per la morte di Vittorio”.

  • Mi sembra che a questo punto sia opportuno ricordare la mia pagina Parliamo di guerra anzi di pace e che proponga ancora una volta la canzone di Boris Vian: Il disertore, qui nella versione dei Mercanti di liquore.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: