Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 22 maggio 2011

Foto BN di Rossaura Shani in Piazza San Marco con amica e chitarra (dell'amica)In questa festa. In questa festa che è due volte festa. Canzone impegnativa, questa, quante non mai. Canzone dei nostri tempi. Quei tempi. Di quell’anno. Millenovecentosessantasei. Quello della foto. Certo non te l’ho cantata. Non solo perché sono stonato. L’ho ritrovata tenendoti per mano. Torna questo contatto estremamente coinvolgente. L’ho ritrovata nella mia mente. Me la sono cantata in silenzio, pensando ai tuoi occhi. A quello che vorrei essere e dirti. Ma la conoscevo cantata da voci femminili. Mi ero dimenticato che fosse stata incisa anche da un appartenente al mio stesso genere. Era di questo che avevo bisogno. Perché qualcuno la cantasse al posto mio. A te. L’ho trovata per offrirtela. E sembra scritta per te. E vorrei averla scritta. Perdonami se non so essere come vorrei. Se non so trovare le parole che vorrei. Se sono incapace d’essere il tuo poeta. So solo che… è bello svegliarsi al mattino con un sorriso che non riesco a trattenere. E a questo punto troppe parole sarebbero solo superflue.

Una volta che è una volta
Vorrei, vorrei non sbagliare
Ma stavolta non importa,
Per te spenderei la mia vita
In cambio di niente.

Io ti darò di più,
Io ti darò di più
Di tutto quello che
Avrò da te.

Anche se tu mi amerai
Come non hai amato mai
Io ti darò di più, di più,
Molto di più!

Le parole sono parole
E tu puoi anche non credermi.
Non fa niente, non fa niente,
Che vuoi che m’importi
Un tuo dubbio se resti con me.

Io ti darò di più,
Io ti darò di più
Di tutto quello che
Avrò da te.

Anche se tu mi amerai
Come non hai amato mai
Io ti darò di più, di più,
Molto di più!

Anche se tu mi amerai
Come non hai amato mai
Io ti darò di più, di più,
Io ti darò di più, di più,
Molto di più!

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: