Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Einstein’

Puntuale, come una bolletta, come ogni 19, il racconto del mese della rubrica Profili anche oggi è postato nel “sito-rivista-amicalefulminiesaette. In questo caso si tratta di: La storia del pensiero. Mica lo so se vale il disturbo.

Annunci

Read Full Post »

Leggendo il post di un amico stavo pensando – mi si scusi se qualche volta mi permetto di indulgere all’arroganza di pensare – cosa succederebbe se applicassimo anche alla scienza la stessa logica della politica; anche quella che definiscono come “scienza della politica”.
Nel post, per quanto ci ho capito, ammesso che ci fosse alcunché che si potesse capire, si parlava di, credo, galassie, rivolgendosi alle stelle; il soggetto: Einstein, che pare persona conosciuta, almeno all’autore, e ad alcuni frequentatori del sito. Il passaggio che ci interessa dovrebbe essere pressappoco questo: <(Einstein) Tradì la teoria e corresse le equazioni, spiegando così la sua scelta: “questo termine è necessario soltanto al fine di rendere possibile una distribuzione quasi-statica della materia, come è richiesto dalla realtà delle piccole velocità delle stelle”>.
Non so se voi ci avete capito qualcosa; io molto poco, anche leggendolo in francese. Sembra che lo stesso Einstein, non riuscendo a dimostrare una teoria – che come spiegato più avanti sarà dimostrabile solo molto più tardi – abbia accettato il fatto di utilizzare dei correttivi che, pur se non era in grado di dimostrare scientificamente, ne convalidavano la ratio pratica e “facevano funzionare l’equazione”.
Ora, dicevo, se applicassimo i sofisticati strumenti di analisi della politica attuale a un sistema simile, dovremmo dedurre che aveva torto sia Einstein che coloro venuti dopo, per arrivare (senza nemmeno bisogno di alcuna approssimazione) alla conclusione che se l’universo si dimostra diverso da quanto finora conosciuto, e dimostrato, è solo colpa dell’universo che non si sa adattare alle ipotesi scientifiche fino ad ora messe in campo ovvero frettolosamente escogitate.

Giorgio Gaber: Un idea [Audio “http://se.mario2.googlepages.com/Unidea.mp3”%5D

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: