Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Gaza’

Nazra LOGO 2L’adesione al PROGETTO NAZRA PALESTINE SHORT FILM FESTIVAL, da parte della Associazione Ecole Cinema, nasce da una esigenza di continuare l’impegno e la discussione già sperimentata negli anni precedenti su tematiche differenti ma sempre riferite all’educazione delle nuove generazioni. Il Cinema, infatti, come strumento didattico inclusivo, sostenibile ed intelligente, si rileva un mezzo utile per discutere di ciò che accade nel mondo e per comprendere meglio anche i piccoli “conflitti nascosti” che si annidano intorno e dentro di noi.
L’idea del Nazra FESTIVAL non poteva nascere se non da un cuore sincero, e dai tanti che ne hanno preso parte; Nazra è guardare con occhi nuovi la realtà delle cose, è portare lontano lo sguardo di un popolo che cerca una speranza di vita nuova ed è ancora il tentativo di aprire gli occhi dei nostri ragazzi su ciò che essi spesso rifiutano di andare a scoprire. Parlare di certi argomenti non è assolutamente facile e, soprattutto, non lo è in questo momento, dove la Difesa dei Diritti Umani si fa molto spesso calpestando il rispetto e la dignità altrui ,tuttavia, il linguaggio di Nazra è snello, veloce, è il linguaggio del cortometraggio, è il racconto in pochi minuti di film di storie intime, profonde, storie di uomini, donne e bambini, è animazione, video sperimentale, ma sempre una grande occasione per emozionare… capita, sì capita spesso di emozionarsi di fronte a molti dei film, e capita anche di incontrare persone straordinarie e di costruire ponti culturali al di là di quello che siamo… Venite ad aiutarci a mantener viva la memoria di un popolo che chiede solo di vivere la propria vita!

Nazra Palestine short film festival – Napoli

Giovedì 19 Ottobre, ore 9,30 – 13,30

Pan – Palazzo delle Arti Napoli, Via dei Mille, 60
Proiezione film in concorso Premio “Giuria Giovani”

  • World on fire” (Palestina 2016, 1’ 56”) di Juman Daraghmeh
  • “Paper Boat” (Palestina 2016, 15’) di Mahmoud Abu Ghalwa
  • “The pianist of Yarmouk” (Germania, Regno Unito 2017, 13’ 54”) di Vikram Ahluwalia
  • One Day in July“ (Italia 2015, 2’ 15”) di Hermes Mangialardo
  • The bus trip” (Svezia 2016, 13’ 40”) di Sarah Gampel
  • Madam El” (Palestina 2016, 15’) di Laila Abbas

 

Venerdì 20 Ottobre 2017, ore 9,30 – 13,00

Pan – Palazzo delle Arti Napoli, Via dei Mille, 60

“Voglio o’ sole” – (Ercolano –Na, 2017,5’) – Film fuori concorso
Studenti I.I.S. “A.Tilgher”
Proiezione film in concorso Premio “Giuria Giovani”

  • “Entr’acte” (Iran 2016, 6’) di Seyed Mohammad Reza Kheradmandan
  • Objector” (Palestina, Usa 2017, 16’) di Molly Stuart
  • Break the siege” (Italia, Palestina 2015, 19’ 58”) di Giulia Maria Giorgi
  • “Ayny – My second eye” (Palestina, Germania, Giordania 2016, 10’ 39”) di Ahmad Saleh
  • Black tape” (Danimarca 2014, 3’) di Michelle e Uri Kranot
  • Mate superb” (Palestina 2013, 12’ 58”) di Hamdi alHroub

Venerdì 20 Ottobre, ore 15.00

Casa Circondariale Femminile, Pozzuoli
Proiezione film Selezione Premio “Oltre le Mura”
“Somud u Ahlam”

monologo di e con Annette Henneman, Hidden Theatre

Sabato 21 Ottobre, ore 17 – 21

Basilica S. Domenico Maggiore – Sala del Capitolo
P.zza S. Domenico Maggiore

“Voglio o’ sole” – Studenti I.I.S. “A.Tilgher”
InmmaPerformance
“Viaggiatori urbani”, adolescenti alla scoperta,

PROIEZIONE
FILM VINCITORI DEL NAZRA PALESTINE SHORT FILM FESTIVAL
e Premiazione

Premio “Giuria Giovani” – Premio “Oltre le Mura”
Con il contributo di Accademia di Belle Arti-Cuore di Napoli

21557770_10214561573733761_6051879201481838407_n
Best film – Palestinian author
Ave Maria di Basil Khalil
Best film – non-Palestinian author
One minute di Dina Naser
Look from Palestine (Palestinian author) documentary
Mate superb di Hamdi Alhroub
Look at Palestine (non-Palestinian author) documentary
High Hopes di Guy Davidi
Experimental: video clips/video art/very short/other
Entr’acte di Seyed Mohammad Reza Kheradmandan

Omar Suleiman leggerà brani da “L’amore vola” di Mofid Fares
in conclusione piccolo buffet a cura di Amir, ristorante arabo, Napoli

Programma più dettagliato e maggiori informazioni sull’evento Facebook: https://www.facebook.com/pg/nazranapoli/events/?ref=page_internal

finale sabrina2 copia

 

Annunci

Read Full Post »

E ora “Nazra Palestine short film festival” è a Bologna
22279447_691041637752150_4174704591737452202_n
Nazra Palestine Short Film Festival
(Venezia, Firenze, Roma, Bologna, Napoli, Gaza)

24 cortometraggi internazionali dalla e sulla Palestina: fiction, documentari, d’animazione, sperimentali.
INGRESSO GRATUITO

Martedì 10 ottobre, ore 9
Liceo Laura Bassi, via Broccaindosso 48
Proiezione per le scuole
Mercoledì 11 ottobre, ore 17.30
Centro Amilcare Cabral, via San Mamolo 24
“Parkour: riappropriarsi degli spazi in Palestina”
con Hamdi Alhroub, Luisa Morgantini, Giulia Sudano, Stefano Casi,
Mercoledì 11 ottobre, ore 20.30
Kinodromo – Spazio Loft, via San Rocco 16
Prima serata di proiezione pubblica
Ingresso libero (riservato soci AICS)
Giovedì 12 ottobre, ore 10
Liceo Laura Bassi, via Broccaindosso 48
Il regista Hamdi Alhroub incontra gli studenti
Giovedì 12 ottobre, ore 20.45
Cineclub Bellinzona, via Bellinzona 6
Seconda serata di proiezione pubblica
Ingresso libero
Venerdì 13 ottobre, ore 16
Cinema Lumière, via Azzo Gardino 65 – piazzetta Pasolini
Terra di Tutti incontra il festival Nazra
Ingresso libero
Domenica 15 ottobre, ore 21.15
Cinema Lumière, via Azzo Gardino 65 – piazzetta Pasolini
Premiazioni
In questa sede sarà assegnato il Premio degli Studenti a cura del Liceo Laura Bassi

Promosso da Assopace Palestina, Associazione Restiamo Umani con Vik, Associazione Anémic (Firenze), École Cinéma (Napoli), Centro Italiano di Scambi Culturali Vik (Gaza), ArtLab (Gerusalemme), FilmLabPalestine (Ramallah), con il patrocinio dell’Ambasciata di Palestina in Italia, della Regione Veneto, della Regione Emilia Romagna, della Regione Lazio, della Regione Toscana e del Comune di Bologna e del Comune di Napoli, e in collaborazione con il Festival Ciné-Palestine di Parigi.
La tappa di Bologna è organizzata con Liceo Laura Bassi, Kinodromo, Ce l’ho corto, Cineclub Bellinzona, Terra di Tutti Festival, Cineteca di Bologna, Centro Amilcare Cabral, Associazione Memo.

Read Full Post »

Nazra Palestine short film Festival è a Roma. Sotto il programma completo

Forza ROMA

21616390_468947350155266_4325124816998353632_n
https://www.facebook.com/events/244983176026156/

da Luisa Morgantini (https://www.facebook.com/luisa.morgantini.5)
Mie cari e care, siamo state stati frastornati per l’organizzazione di Roma e sono certa che a Napoli, sarà magnifico, cosi come è stato a Venezia che ha proposto a tutti noi questa esperienza e a Firenze ed a Bologna che sta andando alla grande, di Bologna oggi ci sono già articoli sul resto del Carlino e Repubblica.
Per Roma Siamo esauste ma felici. domenica pomeriggio eravamo terrorizzati che ci fosse la sala semivuota, ed invece ad un certo punto, alle 17.40 mentre stavamo ancora mettendo lo striscione di Jean Chamoun, Maurizio mi dice: dai smettila di essere angosciata , guarda che fila c’è.
La casa del cinema ha aperto anche le altre due sale. Insomma ce l’abbiamo fatta, ma la cosa più emozionante ed importante è stato l’incontro con gli studenti e il direttore della scuola d’arte cinematografica Gian Maria Volontè, naturalmente i registi ed ospiti erano entusiasti della vista agli studios di Cinecittà. Ma la parte bella è stato un pubblico attento e commosso. Le donne del Muro Alto, compagnia di teatro detenute di Rebibbia, hanno premiato il corto No_Exit che abbiamo consegnato a Wasim Damash, che ha parlato connettendolo del libro di Kanafani Uomini sotto il sole, visto che Mohannad Yacubi non poteva essere presente ma ha inviato un video di ringraziamento. Il premio per Guy Davidi, che non aveva potuto essere presente, è stato consegnato invece da Citto Maselli ad un Guy intimidito. Citto con voce molto flebile e dalla sua sedia a rotelle ha detto di essere stato molto onorato di consegnare il premio e ha parlato del cinema italiano e di Paisà e Rossellini.
Insomma ce l’abbiamo fatta.

Read Full Post »

Read Full Post »

21463148_1917343968528592_4923687651645625610_nI saluti e i ringraziamenti di Cecilia Dalla Negra
Bene, con questo fuori programma siamo arrivati alla chiusura di questo bellissimo festival, di questo bellissimo viaggio attraverso le opere, i luoghi e i temi della Palestina. Prima di avviare la cerimonia di premiazione dei cinque vincitori di questi lavori e quindi passare la parola a Stefano Casi, direttore artistico del festival, ci tengo a fare una cosa che di solito si fa alla fine e nessuno ascolta e sono i ringraziamenti. Ci tengo a farlo perché abbiamo detto all’inizio che questo festival è nato da un’idea folle di un gruppo di persone innamorate della Palestina, da sempre attive per i diritti del popolo palestinese, che lavorando incessantemente per due anni, e mettendoci anima e cuore, sono riuscite poi tutte insieme, coinvolgendo altre organizzazioni, associazioni e reti, a creare un festival che io credo di grandissima qualità che dopo Venezia girerà per tante altre città italiane; Firenze, Roma, Napoli, e poi trovate tutte le altre tappe sul sito e che soprattutto grazie al contributo di Meri Calvelli e del suo Centro italiano di scambi tornerà in Palestina e andrà a Gaza, poi a Ramallah e Gerusalemme. Ci tengo a dire che questo festival è stato creato e realizzato da tutte e tutti volontari, e questa è una cosa particolarmente importante. Ci tengo a ringraziare le organizzazioni coinvolte: Restiamo umani con Vik, Assopace Palestina, Anèmic Firenze, École Cinéma di Napoli, Centro italiano di scambi culturali Vik di Gaza, ArtLab di Gerusalemme e FilmLab Palestine di Ramallah. Ci tengo poi a ringraziare una ad una le persone che hanno reso possibile questo festival, perché solo tante piccole persone, belle, che si mettono assieme possono creare cose straordinarie come questa; in particolare: Roberto Ellero che ha immediatamente dato disponibilità a riceverci in questo luogo del festival; a Franca Marini e Meri Calvelli per il supporto al regolamento e alle richieste di fondi al loro viaggio a Venezia; a Clara Urban per il suo paziente e professionale contributo alla grafica, il logo, il sito, la locandina e i servizi fotografici; a Ivan Marin per il suo contributo alla grafica e alle foto; a Rossella Rossetto per l’infinito e preciso lavoro di traduzione dei film per le sottotitolature; a Loredana Spadon per i servizi video; a Piero Donnini per essersi fatto coinvolgere nell’avventura e averci messo a disposizione la sua conoscenza del persiano; a Martina di Rienzo per la traduzione in inglese del progetto, del regolamento e delle schede di partecipazione; a Kami Fares per il video promozionale del festival; a Simone Sibilio per aver suggerito il nome Nazra e per il sostegno economico; a Nabil Labidi e Françoise Gallo per aver creduto nel festival ed averlo sostenuto anche economicamente; a Stefania Griccioli per il sostegno e Franca Marini per il sostegno; ovviamente a tutto il personale amministrativo e tecnico della Casa del Cinema di Venezia che ci ha accompagnato in queste tre serate; a Coop Alleanza tre punto zero, Banca intesa San Paolo e Birra Taybeh per il supporto economico. E poi, se mi permettete, anche a titolo personale, un ringraziamento a due persone splendide che c’hanno messo l’idea, il cuore, la passione, l’ospitalità, i pasti e tutto l’amore che avevano: Franca Bastianello e Mario Dal Gesso.
Franca: Come facciamo a dimenticarci di questa persona splendida e meravigliosa che è la nostra cara amica Cecilia Dalla Negra (gli avevo fatto una bella dedica ma se l’è cancellata), allora… mascalzona… allora… Cecilia Dalla Negra per l’immensa disponibilità ad esserci e a raccontare la Palestina come solo lei sa fare…
P.S.
Nei ringraziamenti Nazra per Venezia, un grosso grazie va a Annuska Allende, Daniele Cecchinato e Valeria Cecchinato per la collaborazione e la loro ospitalità generosa! E infine a Daniele Baldo per la sua professionale proposta del primo logo per il festival che poi non è stato utilizzato, non perché non fosse bello e incisivo anche quello. Sperando di non aver dimenticato qualcuno, nel qual caso chiediamo venia.

Read Full Post »

Le parole degli amici, di chi sa quanto abbiamo lavorato, di chi è stato con noi in quei tre giorni e di chi ha apprezzato il nostro impegno mi fanno piangere come un bambino. Non ci siamo mai sentito soli ma ora ci sentiamo parte di un mondo.
e
Cecilia Dalla Negra senza la tua presenza sarebbe stato un’altra cosa, non solo per gli altri, naturalmente.

Read Full Post »

Cecilia Dalla Negra

Il Nazra Palestine Short Film Festival – Venezia è un piccolo miracolo realizzato grazie alla passione e all’amore di alcuni bellissimi esseri umani (che ho la spudorata fortuna di avere per amici). Qui lo splendido video di lancio, realizzato da Kami Fares. Io avrò l’onore di presentare le tre serate di Venezia, cui parteciperà anche Moni Ovadia. Non mancate, perché la difesa della dignità e della libertà di un popolo passa per la conoscenza della sua cultura.

https://1drv.ms/v/s!AsxKcHYPFvovgQwBMSt7Vy-bljdc

Read Full Post »

Older Posts »