Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Pierrot Lunaire’

Copertina del discoGirovagando qua e là fra la musica degli anni settanta, ovvero tra quella dopo di noi, la mia memoria è tornata a questo disco di Emilio Locurcio che ho amato e amo molto. L’autore ha praticamente fatto solo questa “operetta pop a più usi: come Manuale di ingenua Rivolta, biglietto d’andata per Nessunluogo”, ispirata all’omonima opera di Antonin Artaud, per un disco inciso nel 1977. Nei brani surreali cantano assieme allo stesso autore la parte di un Situazionista, Lucio Dalla nella parte di un contadino ancora puro, Rosalino Cellamare (poi Ron) in quella di uno studente medio-borghese, Claudio Lolli nei panni di un dolce narratore, e Teresa De Sio in quelli di una ragazza metropolitana; mentre tra i musicisti c’erano i componenti di Pierrot Lunaire e Crash. In realtà il disco è uscito due anni dopo, nel 1979, e questo ha tolto un po’ dei richiami ai rumori del tumultuoso 77. Il disco, che andrebbe riascoltato nella sua interezza di opera unica, è passato quasi del tutto inosservato, ma continua a mantenere quella sua freschezza e “diversità”. Per questa più che succinta presentazione ho scelto il brano Giovanna Labbromorto (da “La Veglia“) come avrei potuto sceglierne uno qualsiasi altro. Per chi ne ha la possibilità, ma il disco si trova anche cercando in rete, rimando, come detto, all’intero disco. Buon ascolto.

Annunci

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: