Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘romanticismo’

Ci sono momenti che appartengono solo ad un sospiro o al silenzio. In cui è meglio tacere. Non c’è nulla che possa sostituire le parole: TI AMO. A te che sei la mia meravigliosa Compagna e a tutti quelli che sanno amare: buon ascolto.

ti ringrazio perché
sei ancora mi… a
e mi sai dare
tante cose
che io non ti do’
ti ringrazio perché
quando vado vi….a
sai aspettare
che ritorni da te
io vorrei trovare in me
quello che io sento più
e so che tu
mi aiuterai
ti ringrazio perché
nel mio cielo grigio
resta soltanto
il tuo bene per me
io vorrei trovare in me
quello che io sento più
e so che tu
mi aiuterai
ti ringrazio perché
nel mio cielo grigio
resta soltanto
il tuo bene per me

Annunci

Read Full Post »

Un’altra canzone che non ha bisogno di parole. Ha bisogno solo che il sentimento dimentichi ogni pudore. Forse dovevo diventare maturo e un po’ più stupido e un po’ più ingenuo per avere il coraggio di mettere a nudo tutto. 100% di parti di zucchero, un po’ ma solo un po’ di melassa, gli occhi che guardano dove non c’è più cielo e raccontano di vedere quello che non c’è e tanta ma tanta leggerezza nell’anima. Niente retorica, solo sentimento. E allora Amore, e voi tutti pochi spettatori della vita qui presenti… Buon ascolto.

Sull’eco del concerto
Che insieme ci trovò
Ripeterò ancor la strada
Che mi porta a te

Ovunque sei, se ascolterai
Accanto a te mi troverai
Vedrai lo sguardo
Che per me parlò
E la mia mano
Che la tua cercò

Ovunque sei, se ascolterai
Accanto a te mi rivedrai
E troverai un po’ di me
In un concerto dedicato a te

Ovunque sei, ovunque sei
Dove sarai mi troverai
Vicino a te

Read Full Post »

Non credo ci sia molto da aggiungere, basta ascoltare. E con questo auguro al mio Amore e a tutti gli innamorati anche questa domenica buone sensazioni.

Stare qui
ha il sapore dell’eternità
dopo aver amato te
io ti guardo mentre dormi accanto a me

Non ti sveglierò, oh no, no, no
perché tu sorridi
un bel sogno forse ora c’è
dietro le ciglia chiuse

Eternità, spalanca le tue braccia
io sono qua, accanto alla felicità che dorme.
Per lei vivrò, e quando avrà bisogno
io ci sarò, ad asciugare le sue lacrime.

Resta qui
primo fiore dell’eternità
dopo aver amato te
sul soffitto passa un angelo per me

Non ti sveglierò, oh no, no, no
perché tu sorridi
un bel sogno forse ora c’è
dietro le ciglia chiuse

Eternità, spalanca le tue braccia
io sono qua, accanto alla felicità che dorme.
Per lei vivrò, e quando avrà bisogno
io ci sarò, ad asciugare le sue lacrime

Eternità, spalanca le tue braccia
io sono qua, ad asciugare le sue lacrime…

Read Full Post »

Pensiero d’amore

Forse allora non l’avremmo ballata, e probabilmente nemmeno ascoltata. Non c’era tempo per noi. Era il sessantotto, ricordi. Troppe cose. La storia ci batteva sulla spalla. Spero di non essere arrivato tardi. Per te amore e per tutti quelli che sanno amare. Buon ascolto:Questa sera voglio farti un regalo,
che ti faccia ricordar
di chi scordarti non sa,
ho sentito questo disco suonare,
l’ho comprato per te
perché pensi un poco a me.
Questo disco e il mio pensiero d’amore,
Per te…….. per te,
Ogni volta che lo senti suonare,
pensa a me…… a me.
Accetta questo regalo,
se il mio amore non vuoi,
questo almeno vorrai,
un regalo non si butta mai via,
quando sola resterai,
potrà farti compagnia,
Questo disco e il mio pensiero d’amore
per te…… per te
anche se non potra’ farti tornare,
con me……. con me.
Come passi adesso le tue serate
cosa fai, con chi sei,
sei felice con lui
ma se il dubbio ti riporta al passato,
dove sono lo sai
puoi chiamarmi se vuoi
Questo disco e il mio pensiero d’amore
per te….. per te,
Ogni volta che lo senti suonare
pensa a me…… a me
per te…… per te
Ogni volta che lo senti suonare
pensa a me…… a me.

Read Full Post »

Franca alla Biannale 2011Non guardarmi così. E’ vero. Sto diventando vecchio. Magari un vecchio arzillo ma vecchio. L’altra domenica non ho potuto tener fede al mio impegno. Stanco. Affatticato. Non ti ho dedicato il mio messaggio d’amore. Per oggi mi voglio riscattare. La cosa più zuccherosa e impudica che le mie orecchie possano concepire. Qualcosa di veramente e sfacciatamente romantico. Al di là di qualsiasi vergogna. Perché, grazie a te, quel sogno è diventato realtà.sogno…sogno…
e tu sei con me
chiudo gli occhi
e in cielo splende già
una luce.
io sogno….
d’esserti vicino e di baciarti
e poi svanire in questo sogno
irreale.
lassù sento gli angeli
che cantano per noi,
dolcemente… dolcemente…
è un canto fatto di felicità!
ascolto e ti vedo ancora
più vicina
la musica che sento è come
sinfonia;
il coro degli angeli
mi fa sognare ancora
io vorrei, io vorrei
che questo sogno
fosse realtà.
………..orchestra………
il coro degli angeli
mi fa sognare ancora
io vorrei, io vorrei
che questo sogno fosse realtà
realtà
di un sogno
d’amor

Read Full Post »

La mia Franca, ritratto il giorno dei suoi 17anniEccola un’altra di quelle canzoni che senza una vera ragione mi ha sempre frugato dentro e fatto pensare a te. Questa vecchia maledetta canzone del ‘65 mi ha perseguitato; canzone per un amore sfortunato, come lo era allora. Certo a differenza la notte non ho mai pensato a maledirti ma spesso mi ha accompagnato ad aspettare l’alba. E continuavo a vedere la tua figura di spalle che si allontanava. Non ti giravi mai a guardarti indietro. Ora, oggi, amo anche quei ricordi che mi hanno regalato la forza di mantenere il tuo ricordo. Oggi che posso ballarla e piangerla abbracciato a te. Ancora per te e per tutte le donne e per tutti quelli che amano. Anche un amore sfortunato è pur sempre un grande regalo, meglio che non amare. Comunque ora che non ho più alcun dubbio che ho amato per tutta la vita quella ragazza della foto. Che era “PER SEMPRE”. Ora fa meno male. Per te e per tutte le donne e per gli innamorati… E allora te lo dico una volta ancora quanto… TI AMO.
Se il giorno posso non pensarti
la notte maledico te
e quando infine spunta l’alba
c’è solo vuoto intorno a me

La notte tu mi appari immensa
invano tento di afferrarti
ma ti diverti a tormentarmi
la notte tu mi fai impazzire

La notte
Mi fa impazzir mi fa impazzir

E la tua voce fende il buio
dove cercarti non lo so
ti vedo e torna la speranza
ti voglio tanto bene ancora

Per un istante riappari
mi chiami e mi tendi le mani
ma il mio sangue si fa ghiaccio
quando ridendo ti allontani

La notte
Mi fa impazzir mi fa impazzir

Il giorno splende in piena pace
e la tua immagine scompare
felice tu ritrovi l’altro
quell’altro che mi fa impazzire

La notte
Mi fa impazzir
mi fa impazzir
mi fa impazzir

Read Full Post »

Per dedicare alla mia donna (per festeggiarla giorno dopo giorno ogni giorno, anche se posto i miei messaggi per Lei solo la domenica, per la festa della donna) e a tutte le donne e a tutti gli innamorati e gli animi romantici stavolta ho scelto questa bellissima canzone (in sé recente) di Francesco Guccini in fondo per quel “perché non sono quando non ci sei”. Parole tanto vere che in una breve frase racchiudono la sintesi dei miei pensieri. Perché con lei Vorrei semplicemente tutto. Perché di amore non ce n’è mai abbastanza. Caso vuole che proprio oggi si chiuda il racconto scritto assieme a quattro mani. Lo stesso caso vuole che la fine dello stesso racconto sembra voler dire che è l’amore l’unica cosa che può cambiare il mondo. E’ bello fermarsi qui senza indagare troppo quanto sia vera questa affermazione e quanti limiti trova nell’essere umano. Ma siamo qui, oggi, come ogni domenica, per parlare d’amore e almeno in questo spazio dimenticare per un attimo la parte della belva umana che cammina nel percorso degli uomini.Vorrei conoscer l’ odore del tuo paese,
camminare di casa nel tuo giardino,
respirare nell’ aria sale e maggese,
gli aromi della tua salvia e del rosmarino.
Vorrei che tutti gli anziani mi salutassero
parlando con me del tempo e dei giorni andati,
vorrei che gli amici tuoi tutti mi parlassero,
come se amici fossimo sempre stati.
Vorrei incontrare le pietre, le strade, gli usci
e i ciuffi di parietaria attaccati ai muri,
le strisce delle lumache nei loro gusci,
capire tutti gli sguardi dietro agli scuri

e lo vorrei
perché non sono quando non ci sei
e resto solo coi pensieri miei ed io…

Vorrei con te da solo sempre viaggiare,
scoprire quello che intorno c’è da scoprire
per raccontarti e poi farmi raccontare
il senso d’ un rabbuiarsi e del tuo gioire;
vorrei tornare nei posti dove son stato,
spiegarti di quanto tutto sia poi diverso
e per farmi da te spiegare cos’è cambiato
e quale sapore nuovo abbia l’ universo.
Vedere di nuovo Istanbul o Barcellona
o il mare di una remota spiaggia cubana
o un greppe dell’ Appennino dove risuona
fra gli alberi un’ usata e semplice tramontana

e lo vorrei
perché non sono quando non ci sei
e resto solo coi pensieri miei ed io…

Vorrei restare per sempre in un posto solo
per ascoltare il suono del tuo parlare
e guardare stupito il lancio, la grazia, il volo
impliciti dentro al semplice tuo camminare
e restare in silenzio al suono della tua voce
o parlare, parlare, parlare, parlarmi addosso
dimenticando il tempo troppo veloce
o nascondere in due sciocchezze che son commosso.
Vorrei cantare il canto delle tue mani,
giocare con te un eterno gioco proibito
che l’ oggi restasse oggi senza domani
o domani potesse tendere all’ infinito

e lo vorrei
perché non sono quando non ci sei
e resto solo coi pensieri miei ed io…

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: